Home Stile di vita Rapporto dell’IPCC: 9 azioni che ognuno deve intraprendere per salvare il nostro pianeta prima che sia troppo tardi.

Rapporto dell’IPCC: 9 azioni che ognuno deve intraprendere per salvare il nostro pianeta prima che sia troppo tardi.

0
Rapporto dell’IPCC: 9 azioni che ognuno deve intraprendere per salvare il nostro pianeta prima che sia troppo tardi.

Le conclusioni del 6o rapporto di valutazione dell’IPCC sono appena state pubblicate e non sono esattamente positive. Nonostante l’umanità abbia emesso più gas serra negli ultimi 10 anni e l’emergenza climatica sia reale, soluzioni sono ancora possibili a condizione che tutti ci mettiamo la buona volontà. Questa sintesi, pubblicata il 20 marzo scorso, chiude il sesto ciclo di ricerche lanciato dall’IPCC nel 2014 e dovrebbe essere la base per la prima valutazione dell’accordo di Parigi. Questo evento avverrà alla COP 28 a Dubai alla fine dell’anno e ha lo scopo di fornire ai paesi una direttiva comune per il cambiamento climatico.

Con le politiche attuali, il riscaldamento globale del pianeta potrebbe raggiungere livelli allarmanti e oscillare tra 2,5 e 3,5°C entro la fine del secolo. Questo numero, molto lontano dalla soglia raccomandata di 1,5°C, è preoccupante, ma possiamo fare la nostra parte per ridurre le nostre emissioni di gas serra e il nostro impatto sul pianeta, anche a livello individuale. Questa sintesi riassume la situazione, invitando ad agire rapidamente e massicciamente per proteggerci dal peggio.

La salute mentale viene menzionata per la prima volta

Oltre a elencare gli effetti del cambiamento climatico, tra cui l’incremento continuo della temperatura globale, l’accelerazione del disgelo e l’aumento della frequenza delle catastrofi naturali, il rapporto analizza l’impatto che ciò può avere sull’essere umano. Infatti, siamo già colpiti fisicamente dal cambiamento climatico: a seconda delle regioni del mondo, le popolazioni sono sempre più vulnerabili a queste conseguenze in termini di salute, alimentazione e accesso all’acqua. Per la prima volta viene anche menzionata la salute mentale. La perdita di mezzi di sostentamento dovuta all’aumento delle temperature o i traumi legati a fenomeni meteorologici estremi potrebbero avere conseguenze serie sul nostro equilibrio mentale.