Home Benessere 6 oli essenziali per capelli pieni di vitalità.

6 oli essenziali per capelli pieni di vitalità.

0
6 oli essenziali per capelli pieni di vitalità.

I nostri capelli sono per molti di noi un modo per mostrare chi siamo, per mostrare al mondo la nostra personalità. Hanno un grande impatto sulla nostra apparenza esteriore e su ciò che mostriamo al mondo. Ma i nostri capelli dicono anche molto sul nostro stato di salute, fisico e psicologico. Quando sono secchi, fragili o quando li perdiamo, significa sempre qualcosa. Pertanto, sarà sempre interessante prendercene cura non solo con i prodotti che utilizziamo sui nostri capelli (shampoo, trattamenti, ecc.), ma anche attraverso il nostro stile di vita.

Possiamo iniziare ad utilizzare sempre più prodotti naturali per curare i nostri capelli e renderli più vitali. Ecco quindi una lista di 6 oli essenziali che saranno i vostri migliori amici per avere capelli pieni di vitalità.

1. Olio essenziale di Cedro dell’Atlante: è l’olio essenziale che sarà in cima alla vostra lista qualunque sia la vostra problematica. È adatto a tutti i tipi di capelli. La sua principale azione sarà quella di stimolare la circolazione del cuoio capelluto. I vostri capelli saranno quindi meglio nutriti e di conseguenza più in forma.

Come usarlo? Aggiungete 4 gocce di olio essenziale al vostro shampoo una volta alla settimana e prendete il tempo di massaggiare bene il cuoio capelluto prima di sciacquare. Potete anche aggiungerlo ai vostri maschere per capelli, a cui potete aggiungere oli (avocado, ricino, jojoba) e diverse polveri remineralizzanti e/o rinvigorenti (come il Kapoor Kachli, una pianta ayurvedica, la coda di cavallo, ecc.).

2. Olio essenziale di Ylang-ylang: oltre a farvi viaggiare con il suo delicato profumo solare, l’Ylang ylang sarà un vero alleato per i vostri capelli, in particolare in caso di capelli secchi e/o caduta di capelli. L’olio essenziale di Ylang ylang svolgerà un ruolo protettivo sulla guaina del capello.

Come usarlo? Applicate 4-5 gocce sui capelli la sera prima di andare a dormire. Lavate i capelli il giorno seguente. Da fare una o due volte alla settimana. Potete anche usarlo in maschera, associato alle polveri menzionate in precedenza e/o ad altri oli essenziali come il timo timolo o il geranio rosato.

3. Olio essenziale di Bergamotto: se, al contrario, la vostra preoccupazione è avere capelli grassi o che si unto facilmente, il vostro miglior sostegno sarà l’olio essenziale di Bergamotto. Come l’olio essenziale di limone o di pompelmo, è un olio essenziale regolatore del sebo, che farà in modo che la secrezione torni alla normalità.

Come usarlo? Da applicare in maschera 2-3 volte alla settimana prima dello shampoo (attenzione, è un olio essenziale fotosensibilizzante: fate la vostra maschera la sera o evitate di esporsi al sole prima di aver fatto uno shampoo). Potete associarlo ad un altro olio essenziale anti-capelli grassi o all’olio essenziale di Cedro dell’Atlante, per capelli pieni di vitalità!

4. Olio essenziale di Citronella: ecco un altro olio essenziale molto interessante per i vostri capelli. In particolare se la vostra problematica sono le forfora, i capelli danneggiati e fragili.

Come usarlo? Da mescolare con il vostro shampoo classico e/o da integrare in una maschera per capelli una volta alla settimana. Attenzione, l’olio essenziale di citronella (« lemongrass ») può essere irritante in uso esterno: attenzione a non applicarlo sul cuoio capelluto. Mescolatelo anche con un olio vegetale a vostra scelta (jojoba, ad esempio). Si può associare ad altri oli essenziali efficaci contro i capelli danneggiati, come la camomilla nobili o la lavanda aspic. O ad altri oli essenziali supplementari contro la forfora, come il palmarosa o il geranio rosato.

Come usarlo? Per stimolare la crescita dei capelli, utilizzate questo olio essenziale in maschera, associato all’olio vegetale di ricino e jojoba. Approfittatene per massaggiare bene il cuoio capelluto per stimolare la circolazione sanguigna. Potete anche semplicemente mescolarlo con il vostro shampoo abituale, massaggiando anche il cuoio capelluto.

5. Olio essenziale di Nard de l’Himalaya: per rimanere sulla tematica della crescita dei capelli, se questo è il vostro obiettivo, l’olio essenziale di Nard de l’Himalaya sarà quello da utilizzare prioritariamente. Il suo prezzo può essere un po’ elevato, ma è così efficace che non rimarrete delusi.

Come usarlo? L’ideale è utilizzarlo in maschera, da applicare una o due volte alla settimana. Da associare agli oli essenziali di Ylang ylang e Bay de Saint Thomas, oltre all’olio vegetale di ricino, per un’efficacia ottimale!

Alcune precauzioni da prendere: gli oli essenziali non sono prodotti banali. Molto potenti e quindi efficaci, possono anche avere effetti sgradevoli o addirittura dannosi se non si prendono determinate precauzioni:

Alcuni oli essenziali, in particolare gli oli essenziali di agrumi (bergamotto, citronella, arancia, limone, ecc.) sono fotosensibilizzanti, cioè possono causare scottature in caso di esposizione al sole. Assicuratevi quindi di sciacquarli bene prima di uscire per godere del sole.

Alcuni oli essenziali possono anche essere dermocaustici, cioè irritanti per la pelle: evitate il contatto con la pelle o il cuoio capelluto (cannella, origano, ecc.) o risciacquate bene dopo l’uso per quelli meno potenti (menta piperita, citronella, ecc.).

In generale, reagiamo tutti diversamente ad ogni olio essenziale. Pertanto, prima di utilizzare un nuovo olio essenziale, non esitate a fare un test allergico: applicate una goccia nel gomito e aspettate alcune ore. Se non notate irritazioni o reazioni anomale, potete procedere.

Evitate di utilizzare la maggior parte degli oli essenziali sui bambini, così come sulle donne in gravidanza e in allattamento. Fate attenzione anche a un uso eccessivo degli oli essenziali se soffrite di problemi al fegato.

In generale, vi consiglio vivamente di informarvi sulle controindicazioni e le possibili interazioni con altri prodotti o medicinali.

In caso di dubbio, consultate il vostro medico o il vostro farmacista.

Infine, fatevi accompagnare da un praticante competente per scegliere al meglio gli oli essenziali che vi accompagneranno.